Header Ads

ESTATE INPSIEME: COME FUNZIONA?

Ogni anno l'INPS bandisce borse di studio per soggiorni estivi di vacanza e studio in Italia e all’estero della durata, rispettivamente, di una o due settimane e di due o quattro settimane.
È un’opportunità interessante per tutti i ragazzi dato che unisce ai momenti ricreativi e sportivi varie attività culturali, gite e, soprattutto per l’estero, lo studio di una lingua straniera.

Ai giovani disabili è data la possibilità di avvalersi di assistenza continua di personale qualificato, con costi a carico dell’Istituto.



I soggiorni del bando Estate INPSieme sono aperti ai figli, agli orfani e agli equiparati degli iscritti alla Gestione ex IPOST o alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito), anche per effetto del decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 7 marzo 2007, n. 45.

Per i requisiti si invita a consultare, dopo la pubblicazione del bando Estate INPSieme 2018, il sito Phoenix Travel. È noto dai bandi precedenti la necessità che il richiedente, all’atto della presentazione della domanda, abbia presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE ordinaria o, in caso di genitori non coniugati tra loro e non conviventi, dell'ISEE minorenni.

La domanda dovrà essere presentata online all’INPS attraverso il servizio dedicato entro i termini stabiliti nel bando Estate INPSieme 2018, la cui pubblicazione è prevista verso febbraio 2018. Il menu dell’area riservata ai lavoratori e pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici consente all’utente di visualizzare l’elenco dei servizi per ordine alfabetico, area tematica o tipologia di servizio. Una volta selezionato il servizio "Estate INPSieme" e la voce “Inserisci domanda”, sarà visualizzato il modulo da compilare, in cui compaiono già i dati identificativi del soggetto richiedente. Dovranno necessariamente essere inseriti recapiti telefonici mobili e di posta elettronica (email) al fine di consentire e agevolare le comunicazioni da parte dell’Istituto.

Nessun commento