Header Ads

COME FUNZIONA IL BANDO ESTATE INPSIEME?

Come funziona il Bando “Estate INPSieme 2018”? tenendo conto che al momento non è disponibile il bando, la cui uscita è prevista nei primi mesi del 2018, possiamo però analizzare quali erano i requisiti del Bando “Estate INPSieme 2017”, per iniziare a prepararsi al meglio.



A CHI È RIVOLTO IL BANDO ESTATE INPSIEME?


Per iniziare è bene sottolineare che il bando non è uno solo, ma sono due, a seconda della fascia d’età e della destinazione. Entrambi i bandi sono rivolti ai figli o orfani ed equiparati:

  • dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • degli iscritti alla Gestione Fondo IPOST;
  • degli assistiti IPA (Istituto di Previdenza e Assistenza per i dipendenti di Roma Capitale).

BANDO INPSIEME PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER SOGGIORNI STUDIO IN EUROPA


Il bando di concorso per soggiorni studio in Europa è pensato per consentire agli studenti della scuola secondaria di secondo grado di frequentare soggiorni studio all’estero durante la stagione estiva. Secondo il regolamento del bando 2017 possono partecipare al concorso gli studenti che siano iscritti, all’atto di presentazione della domanda, ad una scuola secondaria di secondo grado e non abbiano compiuto il 19^ anno di età. Per gli studenti disabili, commi 1 e 3 della legge 104/92 e per gli studenti invalidi civili al 100%, il limite di età è elevato a 23 anni.

BANDO INPSIEME PER L’ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER SOGGIORNI IN ITALIA


Il bando di concorso per soggiorni studio in Italia è pensato per consentire agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado, nonché secondaria di secondo grado se studenti disabili, ex art. 3, commi 1 e 3, della legge 104/92, o invalidi civili al 100%, di frequentare soggiorni in Italia, durante la stagione estiva.

COME SI PRESENTA LA DOMANDA?


Per presentare la domanda, bisogna essere iscritti al sito dell’INPS, in modo da essere riconosciuti dall’Istituto come “richiedenti” della prestazione. I richiedenti la prestazione che non risultino iscritti nella predetta banca dati dell’INPS dovranno, quindi, preventivamente presentare richiesta d’iscrizione alla stessa. La domanda di iscrizione in banca dati, deve essere presentata dal richiedente alla Sede Provinciale INPS competente per territorio, secondo quanto indicato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

La domanda di partecipazione al Bando Estate INPSieme deve essere trasmessa dal richiedente la prestazione, come specificato nel bando stesso esclusivamente per via telematica, tramite il sito istituzionale www.inps. La domanda inviata e con numero di protocollo assegnato non è modificabile; pertanto, per correggere ogni eventuale errore, sarà necessario inviare una nuova domanda. L’Istituto istruirà soltanto l’ultima domanda valida ricevuta entro il termine di scadenza di presentazione previsto dal bando.

Per maggiori informazioni sul bando, contattateci.

Nessun commento